Aaron Durogati - Parapendista

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie

Ok

Alpinista, Speed Hiking, Parapendio 

 

<<Passi sopra un ghiacciaio e sotto di te esplode la potenza di una valanga. Due aquile decidono di condividere con te una termica, la corrente d'aria ti porta in quota. Sfiori le Dolomiti del Brenta. Emozioni che il calcio non ti darà mai.>>

Atleta straordinario sempre pronto a sfidare se stesso, scoprire i propri limiti e...superarli.

Sfida, abilità e passione.

 

Biografia

Nato a Merano, Alto - Adige Südtirol e cresciuto circondato dalle montagne. Il papà è pilota di parapendio ed è grazie a lui e con lui che Aaron si avvicina per la prima volta al parapendio all'età 6 anni. A 15 inizia a volare da solo.

Alla sua passione per il volo affianca lo sci, altra attività sportiva che pratica fin da piccolo e che insegnerà durante l’inverno, diventando un patito dello sci alpinismo.

Il suo più grande desiderio è entrare nella lista dei migliori piloti di parapendio del mondo e competere nella World Cup. Nel 2012 vince la sua prima Coppa del Mondo.

La ricerca di una nuova prospettiva: guardare tutto dall'alto quel poco che basta per vedere il mondo in modo differente. Volare sopra le cime degli alberi, sfiorare le pareti appena scalate o ancora da affrontare.

 Il suo più grande obiettivo è quello di diventare il migliore nella sua specialità. E di farlo divertendosi.



Carriera

La sua passione per il parapendio lo spinge a a prepararsi duramente per due anni di fila per la Red Bull X-Alps 2013 (gara di endurance cross country che unisce il parapendio e la corsa), dove è stato uno dei tre italiani a partecipare (su 32 in totale), e che ha concluso piazzandosi al settimo posto. Nel 2014 Aaron arriva terzo alla Red Bull Dolomitenmann (sezione parapendio) e raggiunge la seconda posizione X-Pyr.

Nel 2015 si classifica al sesto posto alla Red Bull x Alps, al secondo posto alla Red Bull Elements (sezione parapendio) e ancora secondo posto come squadra.

Nel 2016 ha portato a termine un’altra straordinaria avventura: ha attraversato la Bulgaria in “hike & fly” – quindi solo camminando e volando in parapendio – coprendo una distanza di circa 620 chilometri in soli otto giorni. Non solo. Secondo posto alla Red Bull Dolomitenmann (sezione parapendio) a Linz, in Austria, e secondo posto come squadra, secondo posto alla Red Bull Éléments (sezione parapendio) e secondo posto come squadra e terzo posto X-Pyr e all'Italian Open.

Nel 2017 vince la prima World Paragliding Cup in Brasile e in seguito anche l'edizione 2017 del Red Bull Dolomitenmann, vince l'Alpen Cup, è primo nella classifica mondiale CIVL, secondo alla Winter Cup e terzo al Trofeo internazionale Monte Grappa.

Nel 2019 si classifica al nono posto nella Red Bull X-Alps.


 

 



Torna ai testimonial